+1
€ 0,00 0
Attendere

Che cos’è il rating

Il rating identifica una valutazione relativa alla qualità economica-finanziaria aziendale, che si accompagna all’osservazione e all’analisi dei suoi principali fattori di rischio. Infatti, il modello di valutazione del rating si basa sull’analisi approfondita di differenti indicatori economico-finanziari, necessari per analizzare i fondamentali dell’azienda e assegnare in modo accurato il rating finale.

Quest’ultimo si ottiene utilizzando algoritmi, applicabili alle teorie economiche e finanziarie più recenti, per fornire un giudizio sintetico sul rischio di credito il più coerente e trasparente possibile.

L’idea sottostante al rating è osservare e valutare ogni aspetto della situazione economico-finanziaria aziendale, per determinarne l’equilibrio tra i diversi elementi. L’equilibrio è proprio la chiave di lettura del rating perché migliore è l’equilibrio economico-finanziario, migliore sarà il rating assegnato.

Il rating è il risultato di un’attenta analisi e una coerente aggregazione degli aspetti più importanti per una azienda quali: redditività, liquidità, struttura patrimoniale, copertura degli interessi, efficienza ecc.

La valutazione di rating è condizionata anche dalla presenza di negatività (pregiudizievoli, protesti e procedure concorsuali) che comporta un giudizio di rating più basso (D) e di un’esposizione consigliata pari a 0 euro.

Probabilità di default

Rappresenta il grado di probabilità con cui si verifica una situazione di incapacità di un’azienda a ripagare i propri debiti.

Esposizione consigliata (*)

  • è il fido commerciale dell’azienda analizzata
  • rappresenta l’ammontare annuale massimo entro cui autorizzare ed evadere ordini di fornitura verso di essa
  • il suo calcolo considera i seguenti valori della società di riferimento: dimensione, anni di attività, n. medio fornitori, costo verso i fornitori, liquidità aziendale e confronto col settore, capacità di ripagare i propri debiti.

(*) Il risultato espresso rappresenta il valore suggerito di fido commerciale calcolato sulla base di dati pubblici.

La scala del rating

Sana

AAA
AA
A
L'impresa presenta un buon equilibrio patrimoniale, economico e finanziario. L'azienda è da ritenersi affidabile.

Equilibrio

BBB
BB
L'impresa presenta un equilibrio patrimoniale, economico e finanziario adeguato considerando il settore in cui opera.

Vulnerabile

B
CCC
L'impresa manifesta segnali di vulnerabilità; presenta degli squilibri nella sua struttura patrimoniale, finanziaria ed economica.

Rischioso

CC
C
L'impresa mostra segnali di elevata vulnerabilità. Situazioni patologiche in termini di solvibilità, liquidità e redditività potrebbero essere già presenti oppure manifestarsi in futuro.

Default

D
L'impresa presenta eventi negativi oppure manifesta situazioni patologiche gravi ed è incapace di ripagare i propri debiti.

Trova le informazioni utili alle tue esigenze nel report rating+bilancio

Leggi qui sotto i 4 livelli di approfondimento del documento

Primo livello di approfondimento

La prima pagina del documento di rating + bilancio permette di raccogliere informazioni di sintesi sullo stato di salute e sul grado di affidabilità dell'azienda. Le informazioni anagrafiche e il fatturato permettono di capire immediatamente il settore di appartenenza dell’impresa, la sua dimensione e gli anni di attività. L’esposizione consigliata dà una dimensione quantitativa all’ammontare massimo di credito annuo che può essere ripagato e quindi il volume d’affari che si può sviluppare con l’azienda. Attraverso le classi di rating è possibile comprendere lo stato di salute dell’azienda nel suo complesso, in termini di capacità di ripagare i propri debiti, di generare flussi di cassa e margini per gestire la propria attività operativa. La segnalazione dell’eventuale presenza di eventi negativi e la probabilità di default completano il giudizio che si può attribuire all’ affidabilità dell’azienda nel far fronte alle proprie obbligazioni.

Secondo livello di approfondimento

I dati economici di sintesi danno una panoramica sintetica ma significativa sui valori più importanti del conto economico, dello stato patrimoniale e sugli indici più importanti di bilancio.vedi Un confronto temporale e settoriale del rating permette di capire com’è lo stato di salute dell’azienda rispetto alle altre aziende del settore di appartenenza e qual è la tendenza temporale. Un confronto più approfondito sulle condizioni di liquidità,solvibilità e redditività è fornito poi dal confronto settoriale e temporale delle componenti del rating e degli indici collegati.

Terzo livello di approfondimento

Guardando i prospetti di bilancio civilistici e riclassificati è possibile entrare nel merito nelle voci di dettaglio dello stato patrimoniale quali le attività immobilizzate e le attività a breve termine, tra cui i crediti e liquidità, la condizione debitoria e la composizione del patrimonio netto. Guardando il conto economico è possibile comprendere come a fronte del fatturato d’impresa questo sia stato eroso da diverse voci di costo e quali siano i margini generati. Lo stato patrimoniale e il conto economico sono poi completati da due tipologie di flussi finanziari per dare una visione sulla componente finanziaria/monetaria dell’impresa.

Quarto livello di approfondimento

Per avere un livello di comprensione ancora più approfondito è possibile attuare un’analisi di bilancio attraverso 22 indici che permettono di legare informazioni contenute in parti differenti del bilancio facilitando un confronto tra imprese differenti appartenenti a uno stesso settore. Questi sono suddivisi tra indicatori di indebitamento, liquidità, redditività, indici patrimoniali e indici relativi al ciclo monetario.

search

Valuta l’affidabilità dei tuoi clienti con i nostri documenti